• Italiano

Comunicato Chess Projects del 18/09

La nona edizione dell’Open Internazionale del Salento – Ecoresort le Sirenè 2020, organizzato da Chess Projects Asd in collaborazione con Caroli Hotels, si aprirà sabato 19 settembre all’insegna della resilienza.

Non sono presenti infatti campioni di livello internazionale, come invece era sempre avvenuto nelle edizioni precedenti, non sono presenti i giocatori stranieri che fin dalla prima edizione del 2012 rappresentavano circa il 60% dei partecipanti, tengono botta invece gli italiani da tante diverse regioni anche lontane.

Sono qui con tanta voglia di ricominciare, sfidando il Covid-19 con buon senso ed in sicurezza grazie alla misure allestite da Caroli Hotels presso la struttura alberghiera ospitante la sede di gioco e grazie ad un severo protocollo sportivo della Federazione Scacchistica Italiana – CONI. Un protocollo che durante le 4/5 ore giornaliere del momento agonistico impone loro di giocare sempre in distanziamento, con separatori in plexiglass su ogni tavolo, indossando la mascherina e senza pubblico presente. Sono qui guidati dalla passione che li accomuna anche per provare a mettersi alle spalle tanti mesi di forzata inattività praticando gli scacchi, il loro “sport della mente” preferito.

Fra loro, a sorpresa, il ranking ufficiale indica come il favorito del torneo un quattordicenne (!). Il Maestro FSI Claudio Paduano, già in passato tre volte campione d’Italia assoluto nelle categorie giovanili under 8, under 10, under 12 e vicecampione europeo under 10.

Madrina del torneo sarà Martina Benedetti, l’infermiera simbolo che durante la fase più critica della pandemia ha descritto con parole toccanti come la categoria dei medici e degli infermieri abbia combattuto nelle terapie intensive di tutta Italia per salvaguardare la vita anche mettendo a rischio la propria e che a posteriori ha sintetizzato questa drammatica esperienza in libro diario dal titolo “Non siamo pronti. Lettere digitali dal fronte Covid-19”.

Benvenuta dunque Martina e benvenuti agli Scacchisti!

Condividi sui tuoi social: