Dopo la doppia patta di Korneev, Horvath guida la classifica

Come accade, ormai, in tutti i tornei, è arrivato il previsto – e temuto – “doppio turno”, diviso in mattina e pomeriggio. Va detto che sono gli stessi scacchisti a richiederlo per praticità (e per costi) ma va anche detto che, dopo, lo vivono con ansia e timore, consci che giocare due partite al giorno non sia semplice. Alcuni nel secondo incontro provano a offrire all’avversario una patta, la mattina o il pomeriggio a seconda, ma agli scacchi, per pattare, bisogna essere in due consenzienti e non lo si è sempre. Korneev in prima scacchiera, ad esempio, ha fatto sudare quasi sei ore (!) al malcapitato Piscopo prima di concederla.

IMG_6976

Mira Dedijer

La notizia più importante è stata la doppia patta del favorito e top del tabellone GM Oleg Korneev, rispettivamente la mattina dopo una lunga lotta contro l’IM Pierluigi Piscopo e il pomeriggio contro la WGM indiana Tanja Sachdev. Alle loro spalle ne ha approfittato il GM Csaba Horvath, il quale, pattando la mattina e vincendo nel pomeriggio ha preso il comando della classifica con 3.5 su 4. Gli altri, in particolare il GM Igor Naumkim, la WGM Tanja Sachdev, l’IM Alessio Valsecchi e l’IM Pierluigi Piscopo restano tuttora imbatutti e seguono a pochissima distanza, pronti a coglierne la minima esitazione e affrontarlo a viso aperto nello scontro diretto. La giornata è stata però appannaggio delle sorelle Sanja e Mira Dedijer che hanno incassato 3,5 dei 4 disponibili, forse grazie alla preparazione del super GM russo Alexander Motylef, forse per la loro squisita ed elegante avvenenza  che (comprensibilmente) disturba la concentrazione degli avversari, fatto sta che le due, dopo un inizio incerto (mezzo punto in due), hanno conquistato la parte superiore della classifica. Mira (la piu’ giovane, nella foto a sinistra), appassionata di arrampicata sportiva, giocherà nelle primissime scacchiere e potrà essere seguita dagli amici bosniaci via web.

1 GM Korneev Oleg (3.0) GM Horvath Csaba (3.5) 1-2
2 GM Naumkin Igor (3.0) — Al-Hajiri Bader (3.0) 3-21
3 WFM Gutierrez Leonela (3.0) IM Valsecchi Alessio (3.0) 17-4
4 IM Sachdev Tania (3.0) WGM Rudolf Anna (3.0) 5-8
5 IM Piscopo Pierluigi (3.0) — Dedijer Mira (3.0) 6-30
IMG_6983

Anna Rudolf

Nel prossimo report si parlerà anche delle 4 ragazze presenti grazie al programma di sviluppo dello scacchismo femminile promossa dalla WOC della FIDE e dei risultati che stanno ottenendo: Ana Rothebarth, Gabriela Vargas, Leonela Gutierrez e Roberta Messina. Il pomeriggio offre la sfida al vertice Korneev – Horvath, con il russo che proverà a recuperare in un colpo il mezzo punto di distanza dal capofila ungherese. Sempre parlando di Ungheria, eccezionale la prova della WGM Anna Rudolf che ha bloccato sul pari il campionissimo Korneev giocando una variante classica della difesa siciliana/scheveningen di anandiane reminescenze (vedi Anand – Kasparov, 1-0 di alcuni anni fa ormai). Di fronte a tale stategia, Korneev non ha potuto fare altro che sacrificare la qualità al punto e proporre patta in una posizione che vedeva il bianco con maggiori prospettive sul lungo periodo (come si sa la patta rimane un rispettoso noblesse oblige al GM, non facile da declinare per il giocatore sulla carta meno quotato).

Partita Commentata A. Rudolf – O. Korneev (formato pdf)
Partita Commentata A. Rudolf – O. Korneev (formato cbv)

Circa le attività di contorno, dopo la visita a Gallipoli di ieri mattina si è tenuta la sfida a tennis fra l’organizzatore del torneo, il presidente della Chess Projects Matteo Zoldan, e lo special guest Alexander Motylef. Il giorno precedente entrambi avevano incassato rispettivamente 6-1 il primo e 6-2 il secondo da uno scatenato e fortissimo CM Cammarota, bergamasco doc e pericoloso anche con la racchetta da tennis, dunque erano stati costretti a sfidarsi direttamente onde evitare l’ultimo posto della sfida a tre. Il russo ha, però, patito un infortunio e ciò ha suggerito di spostare la partita a data da destinarsi.

Giungono nel frattempo i saluti di un amico: Mathieu Midonet che nel giorno in cui ha conquistato il titolo assoluto della Martinica, dove risiede, non si è dimenticato degli amici e ha promesso un ritorno nell’edizione del 2014. Continuate a seguirci. Giovedì sera, specie, per il torneo lampo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *