Open Internazionale del Salento 2013 – Inaugurazione e 1° turno

La seconda edizione del torneo si apre con la conferma della presenza dei circa 60 giocatori preiscritti e l’arrivo di ulteriori 7 giocatori dal lontano Kuwait per un totale di 66 partecipanti, 41 nel Open A (smarrita una giocatrice nelle vie aeree) e 25 nel Open B.

Un numero considerevole che raddoppia il numero di presenze dell’anno precedente!

In tempi di crisi economica come quelli attuali è un risultato che apre uno spiraglio di luce per il futuro e da soddisfazione a chi come la Caroli Hotel Group dimostra coi fatti il proprio rispetto per il nostro “nobil giuoco”; merita di essere rimarcato il numero dei paesi rappresentati e il volume della presenza femminile.

Se il secondo aspetto era atteso come conseguenza di una precisa volontà organizzativa messa in atto dall’organizzatore, Chess Projects, e dal gruppo alberghiero, Caroli Hotels, il primo rappresenta una piacevole sorpresa che premia il lavoro promozionale svolto per pubblicizzare all’estero le manifestazioni targate “made in Italy”.

Ecco dunque l’elenco delle 18 nazionalità che onorano il torneo con la loro presenza :

– Italia

– Inghilterra

– Russia

– Bosnia Herzegovina

– Nuova Zelanda (!)

– Kuwait (!)

– Ungheria

– Spagna

– Francia

– Germania

– Brasile (!)

– Argentina (!)

– Paraguay (!)

– India (!)

– Irlanda (con residenza in Svezia 🙂 )

– Belgio

– Norvegia

Il numero dei giocatori stranieri si attesta invece a 31 giocatori su 66 totali, quasi il 50% della presenza complessiva! Fra loro 3 GM, 2 WGM, 2 IM, 1 MF e molti dei migliori giocatori pugliesi, fra i quali non possiamo non citare il Presidente del CRP Stefano De Giorgi.

La manifestazione è stata aperta dal Presidente di Chess Projects ASD, Matteo Zoldan, da Stefano De Giorgi (Comitato Regionale FSI Puglia) e dalla piacevole visita del consigliere federale della FSI Marcello Perrone.

La partita clou della giornata di ieri è stata indubbiamente la vittoria con fuochi artificiali del GM Oleg Korneev, opposto a Al Hajidiri Bader, fra gli altri risultati di prestigio la patta strappata da Mira Dedijer (Bosnia Herzegovina) al CM padovano (milanese di adozione) Cristiano Quaranta dopo una fase di zeitnot in cui il prode 40 junior ha visto sparire il pezzo di vantaggio che aveva conquistato in precedenza grazie ad una svista della sua avvenente avversaria.

Ultima partita a concludersi quella che vedeva impegnata la WGM Tanja Sachdev (India) la quale ha salvato la partita, aggiudicandosi infine il punto intero, grazie ad un salvataggio insperato, anch’esso compiuto con gentile aiuto del suo avversario, Bader Alkhaldi il quale fino a quel momento aveva ben condotto la partita dalla sua parte.

A breve l’analisi della partita di Korneev a cura del IM Alessio Valsecchi.

Un saluto dalla soleggiata Puglia 😉 oggi è un altro giorno ma qui lo “Scacchista è sempre al CENTRO!”

Chess Projects ASD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *